in

Non è colpa di Antonio Conte

Photo by Football365

Tottenham – Liverpool

Nel posticipo dell’ultima giornata di Premier League il Tottenham di Antonio Conte capitola contro il Liverpool, corsaro nel Nord di Londra. Nella capitale britannica si alternano sole, pioggia ed errori difensivi con gli Spurs che concedono troppo ai Reds, lesti a sbloccarla con Salah che fa razzia e chiude la contesa con la doppietta personale; l’errore in difesa di Dier spalanca la porta all’egiziano in occasione del secondo gol.

Il tecnico

La rete di Kane non basta a rimettere in equilibrio una gara ormai compromessa, il Tottenham perde 2-1 e la vetta si allontana, la classifica non è quella desiderata da Conte a inizio stagione, il ruolino di marcia dei londoners non fa ben sperare, nella bufera come ovvio che sia finisce il tecnico.

Photo by Football365
Photo by Football365

La mano tesa

Ma a tendere una mano ad Antonio, è proprio l’ex difensore del LiverpoolJamie Carragher, oggi commentatore televisivo: “Antonio Conte non cambierà, ha avuto grandi successi in carriera giocando con questo sistema e con questa tattica. Sai cosa ti darà già da prima che arrivi, quindi bisogna incolpare Levy se non si è felici. Antonio ha portato gli Spurs nelle prime quattro l’anno scorso, è agli ottavi di Champions, è quarto in campionato. Il problema è che ha un portiere e una difesa non all’altezza di ciò di cui ha bisogno

Cosa ne pensi?

Photo by Sky Sport

La Lazio eliminata dall’Europa League

Photo by leggo.it

Devis Mangia: “Non ho mai leso la dignità e la sfera sessuale di nessuno”