in ,

Il trenino del Bari e gli anni novanta

Nicola Ventola e compagni (esultanza Trenino del bari) - Photo by Mondocalcionews

 

 

Il Bari di una volta

 

Sedetevi comodi, rinfrescate la memoria e fate un salto nel passato. Gli anni novanta riconducono inevitabilmente a quella Serie A dal sapore dolce, dove i ricordi riaffiorano e gli occhi diventano lucidi. Era un altro calcio, erano altri tempi, era l’epoca del Bari di Miguel Ángel Guerrero, Sandro Tovalieri e Phil Masinga poi.

 

Esultanza trenino dopo la rete di sandro Tovalieri a San Siro – Photo by La Bari del calcio

 

Miguel Ángel Guerrero

 

Miguel Ángel Guerrero, arrivò in Puglia con un discreto biglietto da visita, 64 presenze e 29 reti con la maglia dell’Atletico Junior, squadra colombiana con la quale giocò per tre stagioni. E fu proprio Guerrero a inventare la celebre esultanza del trenino, svelando che con i suoi ex compagni di squadra a Barranquilla era solito inginocchiarsi sul prato e formare un trenino per festeggiare i gol.

 

 

L’impresa di San Siro

 

Il primo trenino del Bari ci riporta al lontano 25 Settembre 1994, quando nel corso di una partita del Bari in casa del Padova i galletti si imposero con un netto 2-0. L’esultanza del trenino spopolò il 16 Ottobre 1994, data in cui il Bari espugnò San Siro battendo l’Inter 2-1, firme di Guerrero e Tovalieri, che ovviamente si esibirono nel celebre trenino coinvolgendo il resto della squadra.

 

Bari stagione 1994 – 1995 – Photo by Wikipedia.org

 

Calcio – Ultimi Romantici

 

Gli anni passano, il calcio cambia ma il Trenino del Bari rimane e rimarrà un ricordo indelebile del calcio per ultimi romantici.

What do you think?

Griffin Park, lo stadio con i quattro pub: la storia della casa del Brentford

Jay-Jay Okocha: talento giramondo tra Nigeria e Inghilterra