in

Dario Hubner: il primo gol in Serie A nel giorno di Ronaldo

Hubner stringe la mano a Ronaldo - Photo by gianlucadimarzio.com

Il primo gol in Serie A

 

Il primo gol in Serie A non si scorda mai. Ancor Meglio se lo realizzi alla Scala del Calcio, con il pubblico di San Siro che soffia sulle caviglie e accende l’atmosfera del pomeriggio milanese.

 

Dario Hubner con la maglia del Brescia – Photo by Il Giornale di Brescia

 

Un certo Dario Hubner

 

Il 31 Agosto 1997 il Giuseppe Meazza si tinge di nerazzurro per la prima giornata di campionato che mette di fronte l’Inter di Gigi Simoni e il Brescia di Giuseppe Materazzi. Gli ospiti scendono in campo con una formazione coraggiosa, facendo intendere che venderanno cara la pelle. Tra i pali Giovanni Cervone, difesa con Alberto Savino, Marek Koźmiński, Luciano De Paola e Daniele Adani a chiudere il reparto; in mediana partono titolare i due fratelli Emanuele e Antonio Filippini, con Aimo Diana e Tal Banin a rinfoltire il reparto di centrocampo; Emiliano Bonazzoli e un certo Dario Hubner terminali d’attacco.

I padroni di casa si presentano con Gianluca Pagliuca a difesa della porta, Beppe Bergomi e Fabio Galante al centro della difesa con Javier Zanetti e Luigi Sartor in fascia; Aron Winter, Diego Simeone e Francesco Moriero in mediana con Youri Djorkaeff dietro la coppia d’attacco formata d Maurizio Ganz e l’uomo più atteso, Ronaldo

 

 

Il giorno di Ronaldo

 

Inter – Brescia e il giorno del grande esordio di Ronaldo con la maglia dell’Inter e i fotografi sono tutti per il Fenomeno brasiliano, il grande atteso da tutti. Il primo tempo vive di sprazzi e il numero 10 mette subito in mostra qualche numero, dribbling ubriacanti e tocchi di alta scuola. L’Inter preme e prova subito a mettere le cose in chiaro ma il Brescia si chiude bene, e risponde e sul finire d primo tempo le Rondinelle si fanno vedere dalle parti di Gianluca Pagliuca, ma l’attaccante Dario Hubner non trova la porta di testa.

 

 

Il numero 11 gela San Siro

 

Nella ripresa accade quello che non ti aspetti e dopo che i nerazzurri sfiorano più e più volte la rete del vantaggio, il Brescia gela il Giuseppe Meazza con il bomber di provincia nato a Trieste, ovvero Dario Hubner. Il numero 11 controlla il pallone su un lancio dalla retrovie, controlla del pallone a dir poco stupendo con il destro, girata meravigliosa al volo di prima intenzione son il sinistro. Gianluca Pagliuca non può nulla e gli ospiti passano in vantaggio. Primo gol in Seria A a trent’anni suonati, contro l’Inter a San Siro, nel giorno di Ronaldo.

 

Dario Hubner esulta dopo la sua prima rete in Serie A – Photo by Leggo.it

 

Il bisonte di Muggia

 

Il bisonte di Muggia, soprannome che accompagnerà Dario Hubner durante tutto il corso della sua carriera, sarà grande protagonista della Serie A, ma questa è un’altra storia…

 

What do you think?

Quando Cassano e Pazzini scaraventarono la Roma all’inferno

Tutti i rimpianti di Francesco Flachi