in

18 Gennaio 1998: la rete di Phil Masinga a San Siro contro l’Inter

Phil Masinga - Photo by facebook.com

Nostalgia

Per tutti i nostalgici e i romantici del calcio, gli anni novanta sono stati un crocevia fondamentale di un’epoca segnata e contraddistinta da grandi valori, grandi uomini e soprattutto grandi goleador di razza. La nostra Serie A aveva maledettamente bisogno, ad esempio, del Bari di Sandro Tovaieri, poi di Miguel Ángel Guerrero e ancora del grande e compianto Phil Masinga.

Johannesburg

Phil nasce a pochi chilometri da Johannesburg, e di strada ne ha fatta parecchia, perché il piccolo Philemon ha iniziato a tirare i primi calci al pallone tra la polvere e le dolci coccole della mamma Selina, che portava avanti una piccola stazione di servizio. Prima di arrivare in Serie A la gavetta è stata tanta, anche se con ls maglia dello Jomo Cosmos, squadra sudafricana di Johannesburg, le qualità erano già sotto gli occhi si tutti. Due anni, coronati da 23 reti e 88 presenze, valgono a Phil Masinga il passaggio al M.Sundowns, squadra che milita nella massima serie del campionato sudafricano e che diventa un grande trampolino di lancio per la prima esperienza in Europa.

Phil Masinga con la maglia del Leeds – Photo by The Guardian

Inghilterra

Forse in pochi se lo ricordano ma il caro Masinga nel 1993 sbarcò in Inghilterra dove vestì la maglia del Leeds United, fortemente voluto dall’allenatore Howard Wilkinson, Phil calca il prato di Elland Road, ma ben presto prepara i bagagli per trasferirsi nella più tranquilla Svizzera. Prima il San Gallo, poi l’arrivo in Italia per vestire la casacca amaranto della Salernitana, ma il Masinga per antonomasia è quello che nell’estate del 1997 esordisce in Serie A.

18 Gennaio 2018

Il 18 Gennaio 2018 è il giorno in cui tutti si accorgono finalmente di Philemon Masinga, che piega l’Inter di Gigi Simoni. Con la cornice di San Siro a fare da palco ad un nostalgico Inter-Bari, Ronaldo non riuscì a superare la difesa barese, Djorkaeff sfiorò il gol su punizione, mentre il colpo di testa di Galante fece sussultare il Meazza. La platea meneghina, sempre esigente, iniziò ad arrendersi all’idea dello 0-0, ma attenzione perché al 32′ della ripresa ecco sbucare dalle retrovie, a fari spenti, Masinga, che di testa indirizzo verso la porta. Gianluca Pagliuca non riuscì a trattenere e Taribo West si fece beffare da Phil, lesto a mettere in rete. Delirio barese. Forse la rete più importante e significativa nella carriera di un giocatore amato da tutti.

Phil Masinga con la maglia del Bari – Photo by Gazzetta.it

Ciao Phil

Dal 1997 al 2001 con la maglia del Bari collezionò 75 apparizioni e 24 reti, diventando uno dei protagonisti della squadra pugliese. Nell’estate 2001 il Bari salutò la Serie A, Phil fece i bagagli per andare a giocare oltreoceano nelle file dell’Al-Wahda Sports Cultural Club, negli Emirati Arabi Uniti. Phil Masinga venne a mancare  il 13 Gennaio del 2019, all’età di 49 anni, nella sua Johannesburg, dopo quasi un anno che lottava con una tremenda malattia che lo ha strappato alla vita, troppo presto.  

Ciao Phil.

What do you think?

Photo by SkyNews

Tunisia-Mali partita folle, ecco che cosa è successo

Ribery alla Salernitana - Photo by FanPage

Iervolino: “Ribéry non è il futuro. Balotelli? Non vogliamo le figurine”