in , ,

Marcel Desailly, il muro di Stamford Bridge

Marcel Desailly alza la Coppa dei Campioni - Photo by transfermarkt.co.uk

Calciatore favoloso

Marcel Desailly è stato uno dei difensori più forti del mondo e l’approdo a Londra, la città del calcio, alzò notevolmente l’asticella arricchendo la carriera di un calciatore favoloso che ha incarnato la vera essenza del calcio.

La Francia nel cuore

Marcel prende la cittadinanza francese in virtù del matrimonio della mamma, Elizabeth Addy, che sposò il console di Francia ad Accra, la città più popolosa del Ghana. Desailly nasce il 7 Settembre 1968 proprio ad Accra, in Ghana, inizia la carriera da calciatore in Francia nelle file del Nantes e debutta in prima squadra nel 1987 scalando rapidamente le posizioni nelle gerarchie del club.

Marcel Desailly alza la Coppa dei Campioni – Photo by transfermarkt.co.uk

Olympique Marsiglia

L’Olympique Marsiglia lo acquista nell’estate dl 1992 e Desailly è grande protagonista dello scudetto vinto dal Marsiglia nel 1993 ma la consacrazione arriva nella finale di Champions League che i francesi vincono contro il Milan nella notte di Monaco di Baviera.

Marcel Desailly – Photo by sportsmole.co.uk

Milan nel destino

Desailly vene ceduto proprio al Milan con cui non ci mette molto a dimostrare il proprio valore, Marcel realizza anche una delle quattro reti con cui il Milan batte il Barcellona nella finale di Champions League giocata ad Atene.

WATFORD, ENGLAND – JANUARY 3: Marcel Desailly of Chelsea appeals to the referee after Heidar Helguson of Watford scored the first goal during the FA Cup Third Round match between Watford and Chelsea at Vicarage Road on January 3, 2004 in Watford, England. (Photo by Ben Radford/Getty Images)

London Calling

Dalla nebbia di Milano alla pioggia di Londra e nel 1998 Desailly si trasferisce al Chelsea, con cui si aggiudica subito la Supercoppa UEFA contro il Real Madrid. Pilastro dei Blues, diga davanti alla difesa e uomo spogliatoio: Desailly nella stagione 199/2000 vince il famoso double, ovvero Fa Cup e Charity Shield. Nel Luglio del 2001 la roccia francese viene nominato capitano del Chelsea e nell’Aprile del 2003 viene inserito nella squadra ideale delle prime dieci stagioni di Premier League.

L’arrivo di Josè Mourinho

Nell’annata 2002/2003 arriva un brutto infortunio che pregiudica il continuo di Desailly con la maglia del Blues. Nella stagione successiva il francese perde la fascia di capitano affidata a John Terry. Nel Luglio del 2004 sulla panchina del club londinese siede Josè Mourinho e nei piani dell’allenatore portoghese non rientra Marcel Desailly che dopo 222 presenze, 94 con la fascia di capitano, lascia Stamford Bridge. Desailly nel 2003 è stato fonte di ispirazione di un videogioco Marcel Desailly Pro Soccer e il Chelsea gli ha dedicato un posto speciale sul muro di Stamford Bridge.

Cosa ne pensi?

Salvatore Sirigu, il motivatore della Nazionale italiana

Quando Bielsa rifiuto’ il Boca dopo 4 ore di macchina.