in ,

La cavalcata di George Weah in Milan – Verona

Weah contro il Verona ( 8 Settembre 1996) - Photo by Sky Sport

8 Settembre 1996

 

L’8 Settembre 1996 il Milan di Óscar Tabárez si appresta ad iniziare la nuova stagione di Serie A ospitando a San Siro il Verona di Luigi Cagni. Davanti ai circa cinquantamila spettatori del Meazza arbitra il signor Pasquale Rodomonti.

 

https://www.youtube.com/watch?v=OEh-xQRGYWo

 

 

Predestinato

 

I rossoneri si presentano dinnanzi al Verona con un tridente mica male, formato da Roberto Baggio che inventa e suggerisce per Marco Simone e George Weah, arrivato nel club rossonero nel Maggio 1995 per una cifra vicina agli 11 miliardi delle vecchie lire. L’attaccante liberiano aveva esordito in Serie A contro il Padova il 27 Agosto 1995, segnando la sua prima rete dopo appena sei minuti di gara.

 

George Weah in azione con la maglia del Milan contro il Verona – Photo by The Cult Of Calcio

 

Milan – Verona

 

Gli scaligeri passano in vantaggio a sorpresa con Antonio De Vitis che al 25’ beffa Sebastiano Rossi e gela San Siro portando avanti il Verona. La reazione del Milan si fa attendere ma al 49’ arriva il meritato pareggio con Marco Simone che non lascia scampo ad Attilio Gregori e pareggia i conti. Il Verona accusa il colpo e Simone ne approfitta al 66’, minuto in cui il numero 23 porta in vantaggio i rossoneri siglando la propria doppietta personale.

 

 

Minuto ottantasei

 

Il Milan congela il possesso del pallone, il Verona prova ad imbastire trame di gioco pericolose specialmente negli ultimi minuti andando alla ricerca disperata del 2-2. Gli scaligeri si spingono in avanti e all’86’ guadagnano un tiro dalla bandierina dalla sinistra. Solite schermaglie all’interno dell’area di rigore, la palla viene calciata a uscire e George Weah è il più lesto di tutti e cattura il pallone con uno stop elegante e preciso. Il numero 9 potrebbe spazzare via il pallone ma decide di correre, palla al piede, verso la metà campo avversaria. Weah procede a grandi falcate resistendo ad un paio di cariche e dribblando i giocatori come birilli, super la linea di centrocampo e si avvicina alla trequarti Nessuno riesce a fermarlo. Il pubblico si alza in piedi. Lo stadio freme. Il numero 9 è inarrestabile e nessuno riesce a fermarlo, Weah supera anche l’ultimo giocatore con un numero pazzesco, resiste al tentativo di Colucci e si defila leggermente sulla destra, tiro di destro preciso e rasoterra che si infila nell’angolino in diagonale. San Siro esplode, i compagni corrono ad abbracciare George Weah che fa impazzire la Milano rossonera.

 

Weah ( Milan Verona ) – Photo by Il Bazar del Calcio

 

Uno dei gol più belli

 

Per la cronaca il match terminerà 4-1 con l’ultima rete siglata da Roberto Baggio a tempo scaduto, ma quel Milan – Verona dell’8 Settembre 1996 rimarrà per sempre nella mente di tutti, per quel grandissimo gol di George Weah. Uno dei gol più belli con la maglia del Milan, una cavalcata incredibile partendo dalla propria area di rigore, senza che nessuno della squadra avversaria riuscisse a fermarlo. Quello fu il giorno in cui San Siro si inchinò al cospetto di uno dei più grandi giocatori che hanno vestito la maglia rossonera.

What do you think?

Il pallonetto di Clint Dempsey ad Antonio Chimenti

9 Dicembre 2001: il gol pazzesco di Andriy Shevchenko contro la Juventus