in , , ,

Quando i Peaky Blinders rubarono la FA Cup

Netflix

Peaky Blinders è la serie Netflix che ha spopolato in tutto il mondo ed oggi vogliamo proprio soffermarci sui ragazzacci di Birmingham, che a suo tempo ne combinarono una delle loro.

Peaky Blinders – Photo by looper.com

20 Aprile 1895

Aprendo i vecchi libri di storia che narrano le gesta del calcio d’Oltremanica abbiamo soffiato via la polvere dalle pagine ingiallite, facendo un salto nel passato sino al 20 aprile 1895. 

Quando i Peaky Binders rubarono la FA Cup – Photo by crampisportuvi.com

Aria di derby

Questa data è rimasta negli annali, infatti si disputò la finale della Coppa d’Inghilterra, l’attuale Fa Cup, della stagione 1894-1895. Cornice della finale fu il vecchio stadio sito nel Crystal Palace Park e le due finaliste furono due squadre della stessa città,   Aston Villa e West Bromwich Albion, seguite da migliaia e migliaia di tifosi accorrenti dalle Midlands.

La vetrina del William Shillcock

L’Aston Villa ebbe la meglio e vinse la finale aggiudicandosi la Coppa, in seguito decidendo di esporla in bella mostra nella vetrina del William Shillcock, un negozio di Birmingham che vendeva articoli sportivi da cricket.

 

Il furto

Al tempo i sobborghi di Birmingham erano facile preda della criminalità organizzata e fu così che in una notte di settembre un gruppo di ladri forzò la porta del William Shillock e rubò la Coppa.

10 sterline

 

La mattina seguente la polizia iniziò la spasmodica  ricerca dei colpevoli e si mise immediatamente sulle tracce dei Peaky Blinders, offrendo anche una ricompensa di 10 sterline a chiunque avrebbe riportato a casa la Coppa d’Inghilterra. 

La scoperta

Dopo qualche mese la polizia venne a conoscenza della verità scoprendo che la Coppa era stata fusa per ricavarne monete da riutilizzare nei traffici di scommesse clandestine nelle Docks dell’East London. L’Aston Villa chiese immediatamente alla federazione inglese che il trofeo fosse rifabbricato, fu così che i Villans ricevettero una somma pari a 20 sterline per decidere se tenerne il compenso o investire i soldi per rifabbricare una Coppa nuova di pacca. La FA Cup, quella originale, non c’era più e per molti anni si visse con il timore, ogni qual volta una squadra di Birmingham avesse vinto un trofeo. Meglio custodirlo in qualche cantina della città, magari tra qualche cassa di birra appena spillata.

Il tempo passò e il furto di quella Coppa rimase un mistero, come polvere sotto il tappeto, che però dopo una decina di anni circa trovò una spiegazione. Durante una serie di interrogatori della polizia, in seguito a dei furti avvenuti nelle campagne delle Midlands, Violet Stait, moglie di uno dei tanti membri della banda criminale dei Peaky Blinders, confessò che a rubare la Coppa d’Inghilterra erano stati proprio i Peaky.

 

Rubare la Coppa rappresentò un gesto eroico, quasi nobile, vale a dire coniare il successo del grande Aston Villa per dare soldi alle famiglie povere dei sobborghi di Birmingham, anche se i tifosi dell’Aston Villa non la pensavano proprio così.

 

 

Questa è la storia assurda di quella famosa FA Cup del 1885 rubata dai Peaky Blnders

Cosa ne pensi?

6 Maggio 1998: quando Ronaldo ha ubriacato Marchegiani

Le Notti Magiche a Italia ‘90 di Totò Schillaci