in

Tra passato, presente e futuro

Ph Football Italia

Nell’ultima sfida di Coppa Italia Dusan Vlahovic è tornato a far gioire i tifosi bianconeri, la rete del bomber serbo si è rivelata fondamentale per la vittoria nella semifinale di andata contro la Lazio, partita terminata 2-0.

Vlahovic ha rilasciato una lunga intervista al format della Lega Serie A in collaborazione con Italian Trade Agency, Champions of Made in Italy, l’attaccante della Juve ha toccato varie tematiche parlando di passato, presente e futuro.

Il cambiamento: “Il mio trasferimento a Torino è stato un grande cambiamento per me. Ma dal primo giorno che sono arrivato qui mi sono sentito come a casa. Per me e penso per ogni calciatore il calcio è tutto, è la nostra vita. Questo è il modo in cui viviamo, stiamo concentrati al cento per cento sul calcio, è l’unica cosa che ho nella mia mente

Il museo: “Il museo della Juventus è pieno di storia e di trofei, potete trovarci anche le maglie di quei giocatori con più di 300 presenze e poi la famosa panchina da cui è iniziato tutto. Ogni volta che entri qui è emozionante, puoi leggere tutto sulla Juve, sono orgoglioso di far parte di questo club e spero di finire anche io in questo museo. Farò il meglio che posso“.

Ph Football Italia
Ph Football Italia

Il primo giorno: “Il miglior momento è stato ovviamente il primo giorno alla Juve, quando sono diventato un loro giocatore e ho incontrato tutti i tifosi, la gente che lavora al club, i compagni. E poi ancora la prima allo Stadium e il primo gol. Ricordo che è stato contro l’Hellas Verona. Quando sono arrivato ho potuto giocare con Bonucci e Chiellini, mi hanno aiutato molto a inserirmi. Poi avevo parlato anche con Buffon, Del Piero, Marchisio… Mi hanno spiegato cosa significhi giocare per la Juventus e sono grato a tutti loro. La parte più importante del museo per me è la sala trofei, ci sono competizioni che chiunque vuole vincere e sono anche il mio sogno. Lavorerò duro per vincere un giorno (lo dice guardando il Pallone d’Oro, ndr)”.

La città: “Essere parte di questo club città, persone è incredibile. Devi essere nella Juventus per capire cosa significa davvero. Amo l’Italia, come casa mia. Sono felice di essere qui, ho molti amici. Un piacere essere parte della cultura italiana. L’Italia è speciale, le città, persone, cultura, calcio. Spero di portare grandi gioie ai tifosi della Juventus”.

What do you think?

Ph The Independent

Taremi? “Ha un contratto fino a giugno”

Ph Transfermarkt

“Tuchel non riesce più a incidere ed inoltre fa strane dichiarazioni”