in

“Sono grato a Xavi ma…”

Dopo la sconfitta dell’andata contro il Barcellona, il PSG di Luis Enrique si presenta in casa di blaugrana per ribaltare il punteggio dell’andata. A Parigi era finita 3-2 in favore degli spagnoli. Nella conferenza stampa della vigilia Luis Enrique ha presentato così il ritorno dei Quarti di finale di Champions League: “Questa seconda partita è un po’ diversa. Non giochiamo dall’andata, abbiamo avuto il tempo di analizzare e migliorare la nostra prestazione. L’andata è stata molto competitiva. Il risultato non rispecchia quello che avevamo meritato. Il punteggio più giusto era il pari, ma è andata così. Dobbiamo presentare una versione migliore di noi stessi. Siamo convinti che cambieremo la situazione“.

Qual è il vostro obiettivo?
“Non perdevamo da 27 partite. Era la giornata che meno volevamo. Dobbiamo rialzarci e migliorare. Non dobbiamo esagerare questa sconfitta, dobbiamo accettarla. Dobbiamo prepararci per fare una buona prestazione domani. Vogliamo dare gioia ai nostri sostenitori”.

Come stanno gli infortunati?
“Barcola è a posto per giocare. Ci sono 23 giocatori. Non so se giocheranno più o meno minuti”.

Come avete superato questo risultato?
“Dopo una sconfitta, ovviamente, i due giorni successivi alla partita sono stati difficili. Abbiamo faticato a ritrovare la condizione fisica e mentale, ma c’è un’altra partita, contro lo stesso rivale. Sappiamo cosa vogliamo fare e lo faremo. Siamo a buon punto”.

Ph Eurosport
Ph Eurosport

Sarà difficile giocare al Montjuic?
“Avrei preferito giocare al Camp Nou, come tutti i tifosi. Il Camp Nou è uno stadio leggendario. Mi piacerebbe sempre giocare negli stadi più grandi, ma qui c’è un buono stadio per questa partita”.

La sconfitta vi ha fatto male?
“Cadiamo, ci rialziamo. È uno sport di alto livello. Dobbiamo essere abituati. Abbiamo avuto tempo per preparare al meglio il nostro piano di gioco. E ripeto, siamo pronti. Tutti i giocatori della mia squadra vogliono vincere. Tutti quelli che fanno parte del PSG. Il PSG non è mai riuscito a qualificarsi dopo aver perso all’andata, ma domani ce la faremo. Giocheremo allo stesso modo, anche il Barça. Ci saranno gol. Sarà una partita emozionante”.

La sconfitta dell’andata serve per avvicinarsi a questo ritorno?
“Forse è così. Ho un gruppo di giocatori molto unito, dove non c’è egoismo. Sono contento di quello che fanno i giocatori in campo. Molti meriterebbero di giocare di più, purtroppo non è possibile. Ma nessuno si lamenta”.

Un commento sulla situazione di Xavi?
“La cosa non mi riguarda affatto. Sono sempre stato trattato bene, ma farò di tutto per vincere. Sarò professionale. Xavi è al top, i risultati lo dimostrano. A volte siamo stati nettamente superiori, tranne 25 minuti in cui il Barça ha avuto tre o quattro calci d’angolo. E con un calcio d’angolo ha ribaltato il risultato. Domani sarà una partita complicata per entrambe le squadre. Abbiamo l’obiettivo e l’ambizione di passare. I complimenti di Xavi? Gli sono molto grato. Ho condiviso tante cose con lui al Barça. Da capitano ha sempre avuto un comportamento impeccabile”.

What do you think?

Mikel Arteta - Photo by Sports Illustrated

“Se in una partita ci blocchiamo è perché non siamo abbastanza forti”

Ph The Times

Bayern Monaco: non solo DeZerbi