in

Nasce la nuova Superlega: ci sono anche 3 italiane

Super League - Photo by 90min.com

Tutti ne parlano

 

Tutti ne parlano. Ormai da qualche ora questa Superlega è sulla bocca di tutti, diventando la pietra dello scandalo che potrebbe rompere per sempre gli equilibri del calcio mondiale. Il condizionale su tante cose è d’obbligo ma dai corridoi dei club europei più importanti le voci si rincorrono e sembra che ci sia già un’intesa di base.

 

Indiscrezioni

 

Alcune delle squadre più blasonate d’Europa starebbero pensando di mettere in piedi una sorta di competizione parallela alla Champions League. Le prime indiscrezioni parlerebbero di un numero chiuso, con dodici club membri fondatori.

 

Anche tre italiane…

 

In questa nuova Coppa sono previsti 12 fondatori tra cui anche tre italiane, nello specifico Inter, Milan e Juventus, seguite a ruota da ben sei inglesi, ovvero Arsenal, Manchester United, Manchester City, Chelsea, Liverpool e Tottenham. Non possono mancare le tre migliori di Spagna ed ecco che il quadro si completerebbe con Barcellona, Real Madrid e Atletico Madrid.

 

 

Super League – Photo by 90min.com

 

La formula

 

Pochi minuti dopo la mezzanotte del 18 Aprile è arrivato l’annuncio ufficiale che tutti aspettavano. Anche sui siti dei club italiani è apparsa la notizia che ci saranno 12 membri fondatori, sopra citati e nelle previsioni c’è addirittura la possibilità di iniziare la competizione nell’Agosto del 2021. Incredibile. Le squadre che disputeranno la Superlega saranno 20, con 15 club qualificati di diritto e 5 squadre invitate. Ai dodici club fondatori se ne aggiungeranno quindi altri tre. La Superlega dovrebbe essere composta da 2 gironi, ognuno composto da 10 squadre, con gare di andata e ritorno, seguendo la formula della Champions League. Le prime 4 di ogni gruppo si qualificheranno per i quarti di finale.

 

 

L’ira della UEFA

 

Da fonti ufficiali la prima reazione della UEFA non sarebbe di quelle da prendere con le pinze, infatti la risposta ad un eventuale creazione della cosiddetta Superlega vedrebbe l’estromissione dei club (che vi parteciperebbero) anche dalle competizioni nazionali. L’eventuale sanzioni andrebbero a colpire anche giocatori, che verrebbero bannati dalle competizioni per nazionali della FIFA.

 

 

Gary Neville furioso

 

Tra le prime reazioni (indignate) dal  mondo del calcio, arriva quella di Gary Neville, ex bandiera del Manchester United che senza mezzi termini esprime tutto il suo disappunto: “Sono disgustato, questi proprietari di club sono degli impostori. La Superlega è un atto criminale. I tifosi e i valori del calcio vanno protetti”.

 

Romantici

 

In ogni caso la notizia ha fatto scalpore e ha sollevano un polverone incredibile che coinvolgerebbe tutto il mondo del calcio. I 12 club fondatori che aderirebbero alla Superlega andrebbero ad uno scontro frontale direttamente con l’UEFA. Il calcio potrebbe non essere più lo stesso. Per i romantici del pallone potrebbe essere un altro boccone amaro da digerire e un duro colpo, l’ennesimo, di un quel caro e vecchio football che sembra essere sparito quasi del tutto.

 

 

 

 

What do you think?

12 Maggio 1999: la romantica finale di Coppa UEFA tra Parma e Marsiglia

Grappino, sigarette e Dario Hübner. Superlega? No, grazie.