in

Mino Raiola ai tifosi del Milan: “Indegni”, la polemica Donnarumma continua

Gianluigi Donnarumma - Photo by facebook.com

Ancora polemiche

Le polemiche dopo i fischi a Gianluigi Donnarumma non si placano. Il pubblico di San Siro, probabilmente di fede rossonera, nella serata di Italia – Spagna ha subissato di fischi l’ex portiere del Milan. L’opionione pubblica e la stampa si dividono sull’accaduto, mentre i tifosi si scatenano sui social. L’episodio non è sicuramente di quelli che mettono d’accordo tutti, e proprio per questo il procuratore del portiere ha pensato bene di non stemperare certo gli animi.

Gianluigi Donnarumma - Photo by SerieAnews.com
Gianluigi Donnarumma – Photo by SerieAnews.com

Sapeva a cosa sarebbe andato incontro

Contestare Donnarumma con la maglia del PSG è lecito, ma quando indossa la maglia della nazionale non si tocca. Questo Il pensiero di tanti e del CT Robetro Mancini ma attenzione a non cadere in tentazione e puntare il dito contro il tifo a tinte rossonere, poiché il giovane Gigio lasciando Milano in quella maniera sapeva a che cosa sarebbe andato incontro.

 

Indegni

A gettare benzina sul fuoco ci pensa appunto anche Mino Raiola che accusa i milanisti definendoli: “Indegni” e si scaglia contro il club sostenendo che il Milan stia sempre in silenzio non prendendo mai una posizione. Donnarumma diventa quindi un caso, forse più grande di lui e di una situazione che si trascinerà per lungo tempo.

Gianluigi Donnarumma - Photo by facebook.com
Gianluigi Donnarumma – Photo by facebook.com

Altre cento volte

C’è chi sostiene che pagare un biglietto appositamente per andare allo stadio con l’intento di fischiare qualcuno non è cosa buona è giusta, c’è chi paragona addirittura l’accaduto agli insulti ricevuti da Koulibaly e c’è chi invece fischierebbe il portiere altre cento volte.

Milan – PSG

Archiviata la pausa delle nazionali ognuno tornerà alla propria vita, Gigio rientrerà in quel di Parigi e i tifosi del Milan continueranno a pensarla alla stessa maniera, incrociando le dita di non dover ritrovarsi di fronte l’ex portiere magari di fronte in una sfida di Champions League tra Milan e PSG.

What do you think?

-1 Points
Upvote Downvote
eFootball 2022 - Photo by marca.com

Konami cosa hai combinato? PES non c’è più e eFootball 2022 non è all’altezza

Murales di Lukaku all'ingresso della Curva Nord dello stadio San Siro - Photo by SkySport

Romele Lukaku non c’è più, al suo posto: “Venom la furia di Carnage”