in

Maldini su Cardinale: “In un anno con lui, solo una chiacchierata, più 4 suoi messaggi”

Photo by Calciomercato.it

Paolo Maldini

L’ex direttore tecnico del Milan, Paolo Maldini, ha finalmente raccontato la sua versione dei fatti riguardo al licenziamento da parte del Presidente del Milan, Gerry Cardinale. L’ex capitano rossonero nel corso di un’intervista a La Repubblica, ha svelato molti dei retroscena che sino ad ora erano rimasti celati dietro al silenzio: “In un anno con lui, solo una chiacchierata, più 4 suoi messaggi. Diceva che dovevamo fidarci l’uno dell’altro. Io l’ho fatto: come sia andata, è noto. Credo che la decisione di licenziarci fosse stata presa mesi prima e c’era chi lo sapeva. Il contratto, 2 anni con opzione di rinnovo, mi era stato fatto il 30 giugno 2022 alle 22: troppo impopolare mandarci via dopo lo Scudetto“.

Che cosa chiedeva Cardinale?
Di vincere la Champions. Spiegai che serviva un piano triennale. Da ottobre a febbraio l’ho preparato con Massara e con un mio amico consulente: 35 pagine di strategia sostenibile e necessità del salto di qualità, mandate a Gerry, a due suoi collaboratori molto stretti e all’amministratore delegato Furlani“.

Photo by Calciomercato.it
Photo by Calciomercato.it

Tonali: “Avremmo fatto il possibile per non lasciarlo andare. Non siamo mai stati totalmente contrari a una cessione importante, ma non ’era necessità. Per Sandro spendemmo un quinto del valore di dominio pubblico e dovemmo discutere animatamente con Ceo e proprietà: non lo voleva neppure l’area scouting“.

What do you think?

Photo by JuveFc.com

Futuro? “Vado molto d’accordo con i nuovi dirigenti”

Photo by Il Napolista

“Abbiamo perso per gli errori dell’arbitro”