in

L’Italia Campione d’Europa è solo un lontano ricordo

Italy v Argentina - Photo by Facebook.com

Le formazioni

Alla lettura delle formazioni in tanti avevano già messo le mani avanti, ma questo è quello che per ora passa il convento, quindi come si suol dire bisogna fare di necessità virtù.

Un ago nel pagliaio

Italia – Argentina è stata l’ennesima figuraccia della nostra nazionale che certifica, ancora una volta, come l’Europeo vinto un anno fa sia come un ago in un pagliaio o un’oasi nel deserto.

I due tridenti a confronto

L’Italia di Belotti, Bernardeschi e Raspadori sfida l’Argentina di Messi, Lautaro e Di Maria e già qui si potrebbero scrivere i titoli di coda, forse. Sul campo non c’è partita e Messi mette subito in chiaro come si gioca sull’erba di Wembley. Lautaro apre le danze e castiga l’Italia al 28’ spingendo in rete da due passi, l’assist della Pulce è un cioccolatino che va solo scartato e gustato.

Italy v Argentina - Photo by Facebook.com
Italy v Argentina – Photo by Facebook.com

Colpiti e affondati

Il raddoppio di Di Maria è una gioia per gli occhi (degli argentini) con Lautaro che scappa via a Bonucci e serve il Fideo con una palla filtrante, il tocco sotto di Di Maria beffa Donnarumma e chiude il match già al minuto 46.

Un lontano ricordo

La rete di Dybala al 94’ serve solo per suggellare una prestazione da incorniciare per l’albiceste che ci condanna ad altre settimane di processi e di sentenze. L’Italia non ha quasi mai tirato in porta e l’Argentina, in un certo senso, si è divertita e ha giocato il suo calcio senza paura.

L’Italia Campione d’Europa è solo un lontano ricordo.

What do you think?

Photo by Twitter.com

Portiere sposta i pali per ridurre lo spazio della porta

Scozia - Ucraina (1 Giugno 2022) - Photo by Facebook.com

Scozia sei volte senza Mondiale, il sogno dell’Ucraina continua