in

“Le alternative non si sono dimostrate all’altezza”

Photo by Ac Milan Offside

Massimo Ambrosini

Dopo il pareggio rocambolesco contro il Lecce si complica il campionato del Milan, Stefano Pioli ritorna in discussione dopo il filotto di vittorie consecutive che aveva riportato i rissoneri in cima alla classifica. In Champions League i rossoneri si sono regalati un’altra speranza di poter accedere agli Ottavi di finale con la vittoria in casa contro il PSG.

L’ex centrocampista del Milan, Massimo Ambrosini, nel corso di un’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, ha detto la sua sul momento della squadra guidata da Pioli.

Photo by Ac Milan Offside
Photo by Ac Milan Offside

Fiorentina e Borussia Dortmund
Con il Dortmund è la partita dell’anno, c’è poco da discutere. In campionato il tempo gioca dalla parte del Milan, ma con la Fiorentina servirà una risposta di prestazione: senza Leao e Giroud sarà un test chiave per capire la reale forza della squadra. Finora, quando il Milan ha rinunciato ai titolari ha faticato perché le alternative non si sono dimostrate all’altezza, Pioli non ha avuto nulla da Jovic, ha avuto poco da Okafor e pochissimo da Chukwueze“.

La crisi di risultati in campionato
È un complesso di fattori, perché anche i titolari hanno attraversato fasi difficili. Penso a Thiaw con la Juve o al calo di Reijnders nell’ultimo mese. Detto questo, dobbiamo ricordarci che il Milan ha cambiato molto nell’ultimo mercato: in rosa c’è qualità ma manca quella consapevolezza che si acquisisce negli anni, come ha fatto l’Inter, che infatti è più strutturata. Il Milan è ambizioso e fa bene ad esserlo. Se allenterà i cali di tensione che gli hanno fatto perdere punti“.

What do you think?

Photo by Yahoo News UK

Sarà Manchester United?

José Mourinho - Photo by Toronto Star

Mourinho resta? “Non lo so…”