in

Coppa di Russia: rissa coinvolge circa sessanta persone, sei espulsi

Photo by Facebook.com

Il Mondiale in Qatar

Il Mondiale in Qatar prosegue a ritmo spedito tra sorprese e delusioni. Il Belgio stecca e rischia grosso, l’Argentina vince trascinata da Messi e si riprende il diritto di qualificarsi, la Germania agguanta il pareggio contro la Spagna nei minuti finali.

Dalla mattina alla sera

Si gioca dalla mattina alla sera, con le polemiche arbitrali e i gol che si mescolano alla passione dei tifosi che seguono le sorti delle nazionali dal divano di casa. Con la nazione ospitante già fuori dai giochi, si iniziano a stilare i primi pronostici e le possibili semifinaliste con la finale tra Brasile e Argentina che rimane il sogno proibito di tutti gli amanti del pallone.

Photo by Facebook.com
Photo by Facebook.com

Cinque minuti

Nel frattempo però l’attenzione dei calciofili si è spostata in Russia, anche solo per cinque minuti. Il motivo? Una rissa scatenatasi in Coppa di Russia al termine della gara tra lo Spartak Mosca e lo Zenit San Pietroburgo. Il match è culminato con la vittoria dello Spartak che si è imposto dopo la lotteria dei calci di rigore.

La scintilla

Il tutto è iniziato a causa di un acceso battibecco tra Promes, numero 10 dello Spartak e Barrios, terzino dello Zenit, che hanno scatenato una rissa di dimensioni folli con circa sessanta persone coinvolte e sei espulsi.

What do you think?

Photo by Yahoo Sport UK

Qatar: peggior nazione ospitante nella storia del Mondiale

Photo by The Mirror

Leo Messi: tra Argentina e Inter Miami