in

“A me non piaceva molto, volevo stare sull’ala, dribblare e prendere la palla”

Photo by Sempreinter.com

Altro gol pesantissimo nell’ultimo match fuori casa dove l’Inter ha vinto 4-2 contro la Roma, Marcus Thuram ha messo a segno la nona rete in Serie A nell’ultima sfida dell’Olimpico. Stagione sin qui da incorniciare per l’attaccante francese, che ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera.

Il sonno: “Dormo tanto, sulle 14 ore al giorno. Ma dopo le partite faccio più fatica, soprattutto quando vinciamo“.

L’Inter è felice perché vince o vince perché è felice? “Tutte e due le cose: amiamo veramente giocare assieme, siamo un gruppo molto unito. Sono arrivato a luglio, ma mi sembra di essere qui da tanti anni“.

Photo by Sempreinter.com
Photo by Sempreinter.com

Karim Benzema: “Da quando ero piccolo tutti mi dicevano che un giorno sarei stato un numero 9, ma a me non piaceva molto: volevo stare sull’ala, dribblare, prendere la palla. L’anno scorso a inizio stagione ho avuto una discussione con mio padre: ci siamo detti le cose e ho scelto di giocare centravanti. Sono migliorato molto nel posizionamento senza palla, perché qui in Italia si lavora tanto tatticamente e si impara che un movimento può aiutare un compagno. Se mi ispiro a Benzema? A me piace molto, è un’ispirazione di sicuro. E un giorno vorrei arrivare al suo livello, ci provo

What do you think?

Photo by Times of Malta

“Sono stato io a spingere così tanto affinché Lampard diventasse allenatore”

Photo by SportFace

La Lazio vince il primo round contro il Bayern Monaco