in , ,

Guida a EURO 2020

Ci siamo quasi

Ormai manca poco, ci siamo quasi. Gli Europei sono alle porte e tutti gli appassionati del Vecchio Continente si preparano a vivere un’estate di calcio.

 

Stadio Olimpico di Roma – Photo by timeout.com

 

Prove di normalità

La grande notizia che gli stadi saranno accessibili e aperti al pubblico è già una festa per il mondo del calcio, che pian piano cerca di tornare a quella normalità, che da troppo tempo sembra ormai una chimera.

Il regolamento

Undici i palcoscenici che ospiteranno le partite di EURO 2020. Capienza ridotta, norme di sicurezza rigide e tifosi che dovranno attenersi al regolamento che prevede l’uso di mascherina e il rispetto delle distanze di sicurezza.

La grande conquista

Quasi tutti gli impianti prevedono l’accesso al 25% degli spettatori basandosi sulla propria capienza. Sarà un peccato non avere il tutto esaurito e doversi accontentare dell’ingresso parziale dei tifosi, ma allo stato attuale delle cose è già una grande conquista.

La lista completa

Arena National Bucarest (25% della capienza, 13.000 spettatori) – Johann Cruyff ArenaAmsterdam (33% della capienza, 16.000 spettatori) – Stadio Olimpico Baku (50% della capienza, 35.000 spettatori) – Wembley Londra (25% della capienza, 22.500 spettatori) – Parken Stadium Copenaghen (25% della capienza) – Puskas Arena Budapest (100% della capienza, 67.000 spettatori) – Allianz Arena Monaco di Baviera (20% della capienza, 14.400 spettatori) – Krestovsky Stadium San Pietroburgo (50% capienza, 34.000 spettatori) – Hampden Park Glasgow (25% della capienza, 11.200 spettatori) – Krestovsky Stadium San Pietroburgo (50% capienza, 33.000 spettatori) – La Cartuja Siviglia (30% della capienza, 18.000 spettatori) –Stadio Olimpico Roma (25% della capienza, 17.700 spettatori)

Amsterdam Arena – Photo by tiqueta.com

Conto alla rovescia

Il conto alla rovescia è iniziato e tra pochi giorni si farà sul serio. Sarà il primo campionato Europeo in tempi di pandemia, con l’ingresso degli spettatori che restituirà un poco di normalità anche al mondo del calcio. Undici teatri, undici palcoscenici, undici stadi che ospiteranno EURO 2020.

Cosa ne pensi?

Bomber vecchia maniera: il passaggio dall’Inter alla Roma di Marco Delvecchio

EURO 2004: l’impresa della Grecia